lunedì 6 dicembre 2010

Moussaka

Questa è un ricetta che ho provato a Cefalonia, splendida isola greca, in un viaggio di qualche anno fa. Ho voluto riproporla per partecipare al contest Ricette da Oscar, perchè è una pietanza presente nel film "Il mio grasso grosso matrimonio greco" (la protagonista è costretta a mangiare la Moussaka a pausa pranzo a scuola, mentre le sue amichette bionde e americane mangiano un sandwich!). La preparazione è un pò lunga, ma comunque di facile esecuzione.
Ingredienti:
- 2 melanzane
- 2 patate
- 1 bicchiere + 300 ml di latte
- 9 cucchiai di parmigiano grattuggiato
- 200 gr carne tritata di manzo
- 1 carota, 1 costa di sedano, 1/2 cipolla
- 2 cucchiai di vino bianco
- 3 cucchiai di salsa di pomodoro
- 30 gr di burro
- 30 gr di farina
- olio evo, sale e pepe q.b.
- 1 cucchaino di cannella in polvere
- noce moscata q.b.

Procediamo per step:
1) Carne
Per riuscire a gestire meglio la preparazione della moussaka, la carne può essere preparata anche il giorno prima. Soffriggere la carota, la cipolla e il sedano tritati in due cucchiai d’olio, fino a farli imbrunire. In un tegame a parte mettere la carne tritata a fuoco medio, finchè non si colora leggermente, poi mettere il tutto con il trito di vedure. Amalgamare bene, e aggiungere sale, pepe e cannella. Sfumare quindi col vino bianco e aggiungere poi la salsa. Fare cuocere per 20 minuti a fuoco basso. Il composto dovrà risultare il più asciutto possibile.
2) Purè di patate
Sbucciare le patate e tagliare a pezzi, mettetele quidi in una casseruola e copritele di acqua fredda e infine salate. Occorrono circa 20 minuti, ma dipende dalle dimensioni di tocchetti di patate, quindi verificate con una forchetta. A cottura ultimata, scolate le patate e schiacciatele ancora calde con lo schiacciapatate o con un passaverdure. In un pentolino intiepidire 1 bicchiere di latte, poi versatevi le patate ed infine 3 cucchiai di parmigiano. A piacere del pepe nero. Aggiungere anche un cucchiaino di burro (a piacere).
3) Melanzane
Sbucciare le melanzane grossolamente e tagliatele a fette spesse circa 5 mm, riponete poi le fette in una scodella con acqua e sale (1 pugno di sale fino) e lasciatevi le melanzane per circa 10 minuti, infine strizzatele bene e friggetele in abbondante olio.


4) Besciamella
Fare sciogliere 30 grammi di burro in un tegame, a fuoco lento. Poi togliere dal fuoco, e aggiungere 30 grammi di farina "00" setacciata. Mescolare con un cucchiaio di legno per stemperare tutti i grumi, rimettere sul fuoco e fare cuocere finchè non assume un colore ambrato. Aggiungere quindi 300 ml di latte "a filo", facendolo cioè cadere in modo lentissimo nel tegame. Unire al composto 4 cucchiai di parmigiano, sale, pepe e noce moscata.
Proseguire la cottura fino ad ebollizione, continuando a mescolare per raggiungere la consistenza desiderata.

Una volta preparati tutti i componenti, è il momento di comporre la nostra moussaka in una teglia, alternado prima uno strato di purè, poi le melenzane fritte, poi la carne ed infine la besciamella. Spolverare, infine, la superficie con 2 cucchiai di parmigiano. Infornare poi a 200 gr per 20 minuti. Servire tiepida.



Con questa ricetta partecipo a:

6 commenti:

  1. ..in pratica è na parmigiana.. ma Ggreca!

    RispondiElimina
  2. una parmigiana rinforzata :D ahah

    RispondiElimina
  3. Ciao Ginger, capito sul tuo blog e mi piace molto, le ricette e le foto, veramente ben fatto. Ti seguo con piacere.
    a presto, Eleonora

    RispondiElimina
  4. Ciao Eleonora! Grazie mille per tutti i complimenti, mi rendono molto felice! Ma ho visto che anche tu hai un blog... bhè gli ho appena dato una sbirciatina e mi sembra eccezionale! Lo seguo subito :D

    RispondiElimina
  5. Ciao Ginger, grazie per i complimenti al nostro blog. Anche tu non scherzi, le ricette con le sequenze fotografiche sono un ottima idea e il blog è molto gradevole. Ti seguiremo sicuramente. :-)

    RispondiElimina
  6. Adoro quel film (e mi ricordo bene quella scena) come adoro questo piatto anche se fino ad ora non ho mai avuto la fortuna di gustarlo. Proverò anch'io, magari nel week end che si ha sempre più tempo.

    Bacio e buona serata
    diariodicucina.blogspot.com

    RispondiElimina